Condividi
 
Turismo culturale › Asia › Birmania  
Birmania - Mingalabar Birmania
 
Scarica programma e costi del viaggio  
› Scheda difficoltà: Mostra [+]› Scheda difficoltà: Nascondi [-]
Scheda difficoltà

Dove si dorme +
Si pernotterà in strutture locali (principalemente hotel a 2-3+ e guesthouse). La cameraè doppia con bagno privato, viene fornita sempre la prima colazione.
Le strutture sono pulite, semplici e caraterische.

Dove e cosa si mangia ++
Sono previste aclune cene in hotel (nelle città piu grandi) mentre al lago Inle e a Bagan sarà possibile con una breve passeggiata scegliere un ristorantino in centro paese. I pranzi solo tutti liberi.
L’alimento base della cucina birmana è costituito dal riso bianco che può accompagnare sia i piatti di carne che quelli di pesce, normalmente molto speziati. Un piatto tipico che i birmani mangiano a qualunque ora del giorno è il “Mont-Hin-Ga”, una zuppa a base di pesce, ceci e aromi con l’aggiunta di spaghettini di riso. E’ possibile trovarlo in alcuni alberghi anche a colazione. Come digestivo viene spesso utilizzata una portata chiamata “La-Phet-Tote”, cime di tè stagionato con noccioline. Molto diffuse la cucina cinese e indiana.

 Spostamenti ++
Il viaggio è dinamico. Si prevedono alcuni voli interni. Ci si appoggia alle principali compagnie private. Gli aerei sono piccoli e il bagaglio in stiva può essere di 20 kg massimo.

SICUREZZA +
La Birmania è un paese sicuro e pressoché privo di delinquenza; scippi e rapine, specie nei confronti degli stranieri, non sono un fatto comune. Ma le occasioni possono sempre indurre in tentazione, perciò è sempre meglio applicare le regole del buon senso. In camera utilizzate la cassaforte o il safety box.

 

Necessario richiedere ed ottenere il visto d'ingresso prima della partenza.

 

Il viaggio è dinamico, adatto a tutti i viaggiatori attrezzati di curiosità, spirito di adattamento e cosa di mettersi in gioco.

Birmania: il fascino del viaggio di turismo responsabile

Per chi ha il coraggio di mettersi in discussione, mettendo da parte modelli e certezze accumulati negli anni. Per chi ricerca se stesso nel confronto autenticamente libero con l’altro, in tutti i sensi possibili del termine: un’altra persona, un’altra civiltà, un contesto totalmente diverso.

Questo è oggi un viaggio di turismo responsabile in Birmania, ufficialmente Myanmar: un’esperienza di incontro con un mondo sospeso tra passato e presente, dove tutto è altro da noi.
Una terra che è stata teatro di una delle dittature più feroci e che oggi, dopo numerose lotte politiche e sociali, si sta affacciando ad una nuova epoca, ad un futuro tutto da costruire.
 
Il viaggio parte da Yangon, la città dove si possono sì avvertire i cambiamenti portati dallo sviluppo, ma dove regna ancora su tutto la pace dell’imponente pagoda Shwedagon, il monumento religioso più straordinario di tutto il paese. Tappa obbligatoria sarà la casa-museo del Generale Aung San, padre di Aung San Suu Kyi (detta anche “La Signora”), politica birmana, attiva da molti anni nella promozione della democrazia e dei diritti umani e premio Nobel per la Pace nel 1991.

La magia delle gite in barca sul Lago Inle si alternerà a visite a piccole realtà artigianali e ad affollati mercati, nonché all’esperienza del trekking fra i villaggi Pa-O.

 Si giungerà poi a Mandalay dove i monaci escono al mattino presto per la questua e studiano il Tripitaka (libro sacro buddhista) sotto le rigide regole dei centenari monasteri. Passeggeremo sul ponte in teak più lungo al mondo nella vecchia capitale Amarapura e si visiterà la collina di Sagaing, affollata da migliaia di pagode. Infine Bagan: una piana di 42 kmq disseminata da oltre 2000 templi millenari rimasti ancora preziosi luoghi di preghiera, capace di offrire uno degli spettacoli più suggestivi di tutto il Sud-Est asiatico!

Tappe

1° giorno: Italia – Mandalay
2° giorno: Mandalay
3° giorno: Mandalay - Amarapura - Saigan
4° giorno: Mandalay-Mingun-Mandalay
5° giorno: Mandalay-Powintaung-Monywa
6° giorno: Monywa-Pakkuku-Bagan
7° giorno: Bagan
8° giorno: Monte Popa
9° giorno: Bagan
10° giorno: Bagan - Heho
11° giorno: Inndein + Lago Inle
12° giorno: Lago Inle (corso di cuicina)
13° giorno: Heho - Yangon
14° giorno: Yangon
15° giorno: Yangon - Italia


Cosa rende speciale il viaggio

A chi vive in profondità l’opportunità di un viaggio in Myanmar, il ricordo che rimane sicuramente più impresso nella mente e nel cuore è quello della popolazione locale, una delle più miti e gentili della Terra. Grazie alla guida/mediatore culturale (birmano e parlante lingua italiana) avremo l’opportunità di vivere questo incontro nella maniera più intensa ed autentica possibile.

L’esperienza sarà ancor più arricchita dai progetti, sorti sotto la dittatura militare con enormi sforzi da parte di persone armate solo di buona volontà. Avremo modo di conoscere le attività portate avanti dal centro di educazione Phaung Daw Oo, dove vivono e studiano oltre 1000 bambini poveri o appartenenti a minoranze etniche, e di ascoltare testimonianze dirette. Parte della quota progetto (35 euro) dei viaggiatori contribuirà al sostegno del Centro.
Visitando la fondazione Compassionate Hands, nata dopo il ciclone del maggio 2008, potremo comprendere meglio come senza l’impegno di certe persone, anche le più elementari forme di assistenza sarebbero state inesistenti. Si conosceranno le preziose testimonianze e le attività della fondazione, coinvolta ed impegnata a sostenere i numerosi villaggi colpiti dal ciclone e in particolar modo le migliaia di bambini rimasti orfani e traumatizzati dall’esperienza. Partecipando al viaggio si finanzia attivamente l’attività di Compassionate Hands Foundation con parte della quota di solidarietà.

Al Lago Inle si parteciperà ad un corso di cucina tipica presso una casa-famiglia locale, partecipare a questa bella esperienza è un modo concreto per sostenere la comunità locale e le sue iniziative, conoscendone la vita quotidiana da molto vicino!
 
Durante tutto il viaggio ci saranno numerose occasioni di scoperta e sorprendenti soste
Scarica programma e costi del viaggio  
Clicca sulla data per effettuare una prenotazione non impegnativa.
› Dal 5-08-2017 al 20-08-2017
Costo: 1650 + volo aereo
Disponibilità: 10 - 6 preiscritti - le iscrizioni sono aperte!!!
› Dal 29-09-2017 al 14-10-2017
Costo: 1650 + volo aereo
Disponibilità: 10 : speciale FESTIVAL PHAUNG DAW U (lago Inle)
› Dal 27-10-2017 al 11-11-2017
Costo: 1650 + volo aereo
Disponibilità: 10: speciale Festival delle Mongolfiere
› Dal 26-12-2017 al 8-01-2018
Costo: 1650 + volo aereo
Disponibilità: 12
Partenze su richiesta
Invia la tua richiesta a
asia@viaggisolidali.it
precisando data, numero di persone e località di partenza.
richiedi informazioni
* Campi obbligatori
Leggi l'informativa privacy
Ho letto l'informativa e presto il consenso al trattamento dei dati nei termini in essa indicati
Iscrivimi alla newsletter
dal
al
Viaggi Solidali aderisce ed è socio di
Viaggi Solidali Società Cooperativa Sociale Onlus - P.zza della Repubblica, 14, 10152 TORINO - Tel.: 011-4379468 - P.IVA: 08998700010
presso Residenza Temoporanea Luoghi Comuni