Condividi
 
Viaggi natura › America Latina › Argentina  
Argentina - Patagonia: La terra del tango, La Terra del Fuoco - 18 giorni IDV 2
 
Scarica programma e costi del viaggio  
› Staff
› Scheda difficoltà: Mostra [+]› Scheda difficoltà: Nascondi [-]
› Diari di viaggio in Argentina (8): Mostra [+]› Diari di viaggio in Argentina (8): Nascondi[-]
Scheda difficoltà

DOVE SI DORME
A BuenosAires si pernotterà presso l’hotel - coop. Bauen. Principalmente in camere doppie o triple. A Ushuaia in b&B, Puerto Piramides si pernotterà in bungalow con letti a castello.  
DOVE E COSA SI MANGIA
Durante tutto il tour i pasti verranno consumati presso piccoli ristorantini o presso le famiglie quando previsto dal programma. I pranzi al sacco verranno comprati su indicazione dell’accompagnatore. La cucina tipicadi queste zone prevede cibi a base di cereali (mais), verdura e carne. Nelle famiglie c’è grande attenzione verso tutte le esigenze alimentari (per i vegetariani e per coloro che hanno allergie alimentari). Vi preghiamo, al momento dell’iscrizione, di farci segnalazione delle varie esigenze e limitazioni alimentari.
COME SI FANNO GLI SPOSTAMENTI INTERNI
I trasferimenti avverranno con  volo aereo, in auto con autista e in pullman.
A Buenos Aires si useranno i mezzi pubblici o i taxi.
GIUDIZI GENERALI
Il viaggio è adatto a tutte le persone in buono stato di salute. Il viaggio non presenta difficoltà. Solo possiamo sottolineare che si tratta si un viaggio con molti spostamenti, soprattutto in aereo  e via terra (anche se tratti brevi); si raccomanda un bagaglio leggero, in quanto nei voli interni il limite è di 15 kg. Si visitano località con climi estremi: i ghiacciai e la foresta sub tropicale di Iguazu, quindi l’abbigliamento è il più variato: giacca a vento, cappello e sciarpa e scarponi al sud; calzoncini corti, sandali e cappello da sole al nord!

Escursioni:

PARCO NAZIONALE TERRA DEL FUOCO
L'escursione consiste in una passeggiata lungo il sentiero della costa fino alla baia di Lapataia, il ritorno sarà in pulmino.
La camminata dura circa 6 ore (compresa la pausa pranzo) e non presenta grosse difficoltà, a parte brevi salite e discese che seguono l'andamento del terreno. Il pranzo sarà al sacco e non è compreso.
CANAL BEAGLE
L'escursione prevede circa 4 ore di navigazione in barca e una breve camminata sull’Isola Bridges.
Il pranzo sarà al sacco e non è compreso.
GHIACCIAIO PERITO MORENO
L'escursione prevede una passeggiata di circa un'ora e mezza sul ghiacciaio con i ramponi, forniti sul posto. La camminata non presenta grosse difficoltà. Il pranzo sarà al sacco e non è compreso.

 


 

Argentina: il fascino del viaggio di turismo responsabile

Patagonia, terra di miti e leggende. Solo a pronunciarne il nome si evocano immagini di paesaggi splendidi e desolati, dai contrasti fortissimi, in cui è la natura a regnare incontrastata. Nemmeno la caparbietà più ostinata dell'uomo è infatti riuscita ad avere ragione di lei e ce lo dimostra la densità di popolazione della regione: poco oltre i due abitanti per chilometro quadrato, tra le più basse di tutto il pianeta.
Scopriremo il fascino "esasperato" del lato argentino di questa terra con un lungo viaggio "on the road" di tre settimane.
Il nostro itinerario di turismo responsabile ed ecoturismo in Argentina parte dalla capitale Buenos Aires, città esuberante e cosmopolita in cui tragedia ed euforia spesso si fondono, proprio come accade anche nel ballo del tango, la forma espressiva artistica che per eccellenza la rappresenta nel mondo.
Decisamente europeo, il suo cuore batte in strade animate, viali sontuosi, caffè vecchio stile e ristoranti di classe, abitanti dall'eleganza raffinata, ma ai turisti meno superficiali la città mostra anche il volto di sperduti quartieri periferici spesso segnati da situazioni di disagio ed emarginazione.
Tutto è magicamente caotico in città ed anche una semplice passeggiata si trasforma spesso in bellissime occasioni d'incontro e conoscenza con la gente, sempre molto socievole e vitale. Ce ne accorgeremo perdendoci tra le vie acciottolate del barrio di San Telmo, avvolto nell'atmosfera bohémien che i ricchi edifici in stile coloniale ed il famosissimo mercatino di antiquariato amplificano; fermandoci ammirati in Piazza Dorego per applaudire ad un'impeccabile milonga di strada; e ancora, bighellonando tra le bancarelle degli artisti su El Caminito, la via principale che taglia La Boca, vistoso quartiere tappezzato di case dai colori sgargianti, un tempo abitate anche da tanti immigrati italiani.
    Ormai già impazienti di immergerci nella natura allo stato puro che le latitudini estreme regalano, punteremo con decisione a Sud, verso la Patagonia. Con un territorio interno montagnoso e disseminato di ghiacciai, numerose specie di flora e fauna non riscontrabili altrove lungo la zona costiera ed i parchi nazionali andini, la Patagonia ci offrirà infatti una natura che non ha conosciuto l'intervento dell'uomo, se non nei pochi centri urbani. Gli spazi enormi e selvaggi battuti dai venti e la luce intensa ci daranno immediatamente la sensazione di essere arrivati alla "fine del mondo". E sarà proprio vero.
Circondati da imponenti montagne e vallate create dall'erosione glaciale, scopriremo il Parco Nazionale della Tierra del Fuego con un trekking costiero che ci porterà fino alla splendida baia di Lapataia. Dal paesino di El Chalten cammineremo poi per i sentieri che portano al belvedere del Fitz Roy e del Cerro Torres, e a zone di lagune e laghi di montagna sepolti in mezzo a boschi secolari. Ed esploreremo in barca il Canale di Beagle, scivolando sull'acqua sotto le ali di cormorani imperiali e procellarie giganti, in volo verso il Faro del Fin del Mundo.
A Peninsula Valdés passeggeremo fianco a fianco dei pinguini di Magellano lungo i sentieri costieri, nel loro habitat naturale. Oltre ai simpatici pinguini, con i suoi leoni ed elefanti marini, guanachi, uccelli acquatici, fenicotteri e balene, Valdés rappresenta un paradiso faunistico dall'eccezionale valore.
Con il catamarano ci avvicineremo quanto più possibile al magnifico spettacolo dei ghiacciai eterni che "galleggiano" sulle acque del Lago Argentino. Girando attorno allo Spegazzini ed all'Onelli raggiungeremo l'Uppsala, il più grande del Sud America. E poi ecco forse l'unico ghiacciaio al mondo in condizioni di equilibrio, perché non si scioglie, su cui faremo un mini-trekking "da brivido": il Perito Moreno. Gli enormi iceberg che staccandosi periodicamente dal suo fronte maestoso franano nel lago con un sinistro fragore e vagano alla deriva nell'acqua verde cupo ci ipnotizzeranno a lungo e saranno forse l'immagine più emozionante di tutta questa nostra avventura.

Questo viaggio Patagonia comprende la visita ai luoghi più simbolici come Ushuaia, il ghiacciao Perito Moreno e Penisola Valdes: paesaggi selvaggi, orizzonti australi, boschi, ghiacciai e nella costa i pinguini e vari mammiferi marini. Questi destini sono stati sviluppati in modo funzionale  per renderli accessibili e ricevere relativamente importanti quantità di turisti: una capillare organizzazione non lascia spazio a opzioni personalizzate. Gran parte della popolazione locale è dedita alle attività turistiche, non sono presenti comunità indigene. La visita a progetti e situazioni sociali è concentrata nella zona di Buenos Aires.
Tappe

1° GIORNO: PARTENZA - NOTTE IN VOLO
2° GIORNO: Buenos Aires
3° GIORNO Buenos Aires - Ushuaia
4° GIORNO: Parco Terra del Fuoco
5° GIORNO: Ushuaia - Calafate
6° GIORNO: Escursione al Ghiacciaio Perito Moreno
7° GIORNO: Escursione "Tutti i Ghiacciai"
8° GIORNO: Calafate - Fitz Roy
9° GIORNO: Laguna Torres - Belvedere del "Cerro Torres"
10° GIORNO: El Chalten - Cueva de Manos - Perito Moreno
Trelew – Puerto Pirámides (Penisola Valdes) 
11° GIORNO: Perito Moreno - Bosco Pietrificato Sarmiento - Trelew - Puerto Piramides
12° GIORNO: Puerto Pirámides (Penisola Valdes)
13° GIORNO: Puerto Pirámides (Penisola Valdes)
14° GIORNO: Puerto Piramides –  Punta Tombo - Trelew - Buenos Aires
15° GIORNO: Buenos Aires - Tigre
16° GIORNO: Buenos Aires
17° GIORNO: Buenos Aires (volo aereo)


 

I viaggiatori, gli accompagnatori, i nostri partner e le ong dei progetti visitati ci raccontano, con diari di viaggio, fotografie ed articoli la loro esperienza in Argentina.

Fai un piccolo assaggio del viaggio!

 

Cosa rende speciale il viaggio

Se l'operativo del viaggio sarà a nostro favore e potremo essere a Buenos Aires di giovedì, con emozione assisteremo alla manifestazione che le Madri di Plaza de Mayo tengono da oltre trent'anni in questo giorno nella piazza, prima per ricevere risposte sulla scomparsa dei loro cari ed ai nostri giorni invece per rivendicare il diritto all'applicazione di una giustizia trasparente ed equa ai tremendi crimini commessi dalla giunta militare al potere negli anni '76-'83, uno dei periodi più buii di tutta la storia argentina.
Ancora a Buenos Aires visiteremo la bottega di Arte y Esperanza, un'organizzazione che commercializza anche in Italia prodotti di artigianato realizzati dalle comunità indigene argentine, attraverso le reti del commercio equo e solidale. Questa attività si inserisce in un più ampio programma di promozione e riconoscimento culturale di queste comunità e fornisce un sostegno sociale ed economico importante alle oltre 500 famiglie coinvolte. Gli artigiani di Arte y Esperanza producono oggetti in legno di palo santo, da una pianta della famiglia dell'incenso, e articoli di bigiotteria che riprendono lo stile della tradizione decorativa Toba, un'etnia presente nella regione del Chaco ai confini col Paraguay.
Continueremo poi il nostro viaggio di turismo responsabile in Argentina incontrando i volontari dell'ONG milanese ICEI, che opera nei quartieri La Boca e Barracas sostenendo lo sviluppo di progetti culturali, artistici e ricreativi sul territorio. Obiettivo dell'associazione è quello di contrastare la marginalità ed il degrado di queste aree attraverso la valorizzazione dell'identità e del patrimonio culturale locale ed il coinvolgimento diretto degli abitanti dei barrios. ICEI organizza anche workshop dedicati alla tradizione orale e alla documentazione fotografica della storia dei quartieri.

Scarica programma e costi del viaggio  
Clicca sulla data per effettuare una prenotazione non impegnativa.
› Dal 6-10-2017 al 23-10-2017
Costo: 2850 euro + voli aerei
Disponibilità: 12

Visualizzazione ingrandita della mappa
richiedi informazioni
* Campi obbligatori
Leggi l'informativa privacy
Ho letto l'informativa e presto il consenso al trattamento dei dati nei termini in essa indicati
Iscrivimi alla newsletter
dal
al
Viaggi Solidali aderisce ed è socio di
Viaggi Solidali Società Cooperativa Sociale Onlus - P.zza della Repubblica, 14, 10152 TORINO - Tel.: 011-4379468 - P.IVA: 08998700010
presso Residenza Temoporanea Luoghi Comuni