Condividi
 
Turismo culturale › Asia › Armenia  
Armenia - Due mari di cultura, nel regno dei monasteri perduti - 11 giorni - IDV3
 
Scarica programma e costi del viaggio  
› Scheda difficoltà: Mostra [+]› Scheda difficoltà: Nascondi [-]
› Diari di viaggio in Armenia (1): Mostra [+]› Diari di viaggio in Armenia (1): Nascondi[-]
Scheda difficoltà

DOVE SI DORME:
Sistemazioni semplici ma sempre pulite e dotate di doccia calda. Le tariffe sono calcolate con pernottamento in camera comune a Yerevan. Per il resto del tragitto  si è ospitati presso le famiglie.

DOVE E COSA SI MANGIA:
A mezzogiorno i pasti vengono abitualmente serviti presso ristoranti locali; a volte sono previsti anche dei pic-nic.
Le cene saranno sia presso le famiglie dove sarete accolti, sia presso ristoranti locali.

COME SI FANNO GLI SPOSTAMENTI INTERNI:
Ci si sposta utilizzando mezzi noleggiati con autista. (minibus, 4x4 e taxi).

CLIMA:
Il clima è in genere molto secco. Le estati sono caldo/torride, con temperature che variano dai 17 ai 32 gradi.

GIUDIZIO GENERALE:
Itinerario adatto a tutti.


 

Armenia: il fascino del viaggio di turismo responsabile

Un minuscolo lembo di terra fatto di paesaggi tormentati e struggenti, segnato da profonde valli, aspre montagne dai dirupi spogli, vulcani spenti ricoperti di lave, basalti e tufi, disteso sui Monti Caucasici Minori: è l'Armenia, la più piccola delle ex repubbliche sovietiche e primo stato cristiano del mondo, come ben testimoniano le migliaia di chiese e monasteri sparsi praticamente ovunque.
E' stata la culla della civiltà, ha ospitato le popolazioni babilonese, assira ed egiziana. Sopravvissuta a secoli di guerre, al genocidio ad opera dell'esercito turco, alla dolorosa diaspora ed ancora ad un devastante terremoto, ha saputo mantenere un'identità linguistica, culturale e religiosa fortissima, i cui elementi cardine ritorneranno incessantemente durante le varie tappe di questo nostro viaggio di scoperta.
Inizieremo il nostro itinerario di turismo responsabile in Armenia da Yerevan, la capitale, nonché uno degli insediamenti umani più antichi al mondo. Percorrendo la Via del Nord, nel centro della città, avremo l'impressione di essere entrati in un quadro metafisico: monumentali palazzi rosa, assenza di traffico, e una surreale sensazione di immobilità. Al Museo Nazionale di Storia inizieremo a conoscere gli eventi che hanno segnato la cultura millenaria del popolo armeno: il passato glorioso, i pogrom, le lotte del suo popolo.
Ma l'emozione più intensa sarà certamente quella che vivremo al parco di Tsitsernakaberd, dove sorge il memoriale dedicato alle vittime del genocidio, il "Grande Male" in lingua armena. Migliaia di fiori ai piedi della fiamma perenne circondata da dodici blocchi di basalto, simbolo delle regioni armene nell'attuale Turchia, ed un silenzio colmo di significato aiutano a non perdere memoria del  milione di Armeni che vennero massacrati dai Turchi nel 1915.  
Uscendo dalla città, la campagna armena è stupefacente: ricoperta di fiori di campo, incorniciata da montagne innevate, punteggiata da profonde caverne e ricca di oltre quarantamila chiese e monumenti antichi, che conferiscono a questa terra un'atmosfera pregna di misticismo e di spiritualità unica al mondo. La respireremo profondamente visitando alcuni dei tanti monasteri fortificati, suggestivi luoghi di culto e di studio dove gli Armeni, privi di uno stato e sempre in pericolo di venir sopraffatti, riuscirono a difendere e perpetrare nel corso dei secoli la propria cultura. Inizieremo con quello troglodita di GheghardPatrimonio dell'Umanità dell'Unesco, un incredibile complesso architettonico risalente al IV secolo d.C., per metà scavato nella roccia e situato tra gole montuose interamente coperte di boschi; e poi Haghartsin, immerso nel cuore della foresta e dal fascino fiabesco. Su una penisola, le due chiese di Sevanavank del IX secolo dominano il lago Sevan, regalandoci un panorama magnifico sulle acque turchesi scintillanti al sole. Percorsa una valle profonda saliremo poi al monastero di Noravank: sorto nel XIII secolo e da poco restaurato, si affaccia sulle strette gole scavate dal fiume Darichay nella roccia color rosso mattone ed è uno dei siti più spettacolari dell'intera Armenia.
Facendo rotta a sud del paese raggiungeremo il monastero di Tatev, nel XV secolo sede di un'università famosa per gli insegnamenti di filosofia, retorica, grammatica, poesia, pedagogia, letteratura, storia, musica. L'impressionante struttura fortificata si erge su un sperone roccioso  che sovrasta la stretta e selvaggia valle del fiume Vorotan, dandoci da subito una sensazione di solitudine maestosa e potente. Al monastero di Khor Virap scopriremo invece i luoghi in cui San Gregorio Illuminatore venne tenuto prigioniero per tredici anni, prima di riuscire a fare dell'Armenia la prima nazione cristiana al mondo.
Da lì scorgeremo il profilo del monte Ararat, che si eleva già in territorio turco e dove la leggenda dice sia conservata l'Arca di Noè. La frontiera è chiusa, sorvegliata da soldati russi.
"È tutto", "È sacra", "È il simbolo della madrepatria", ci diranno i nostri ospiti ed amici armeni se proveremo a chiedere perché quel monte è così importante.
Ed è in queste intense parole che comprenderemo il dolore e la nostalgia di un popolo, e l'essenza di questa terra.
Tappe

1° giorno: Italia - Yerevan
2° giorno: Yerevan
3° giorno: Yerevan - Dilijan
4° giorno: Dilijan - Sevan - Vardenis
5° giorno: Vardenis
6° giorno: Vardenis - Selim - Areni - Chiva
7° giorno: Chiva - Tatev
8° giorno: Tatev - Goris - Chiva
9° giorno: Chiva - Yerevan
10° giorno: Yerevan - Garni - Ghegard - Yerevan 
11° giorno: Volo per l'Italia

I viaggiatori, gli accompagnatori, i nostri partner e le ong dei progetti visitati ci raccontano, con diari di viaggio, fotografie ed articoli la loro esperienza in Armenia.

Fai un piccolo assaggio del viaggio!

 

Cosa rende speciale il viaggio

A Vardenis, cittadina posta a sud-est del lago di Sevan vicino al confine con l'Azerbaigian, saremo accolti nelle case delle famiglie del luogo ed avremo modo di apprezzare la famosa ospitalità armena, sempre incredibilmente spontanea e gioiosa. L'accoglienza presso le famiglie, soprattutto in paesi e culture così poco conosciuti o comunque spesso lontani dallo stile di vita a cui siamo abituati, è il modo migliore per avvicinarci con autenticità e profondità alla conoscenza dei luoghi visitati e degli abitanti. Ci consentirà di capire meglio, ma anche di superare quegli stereotipi o quelle false opinioni che possono talvolta nascere facilmente dall'incontro di mondi lontani.
L'ospitalità in famiglia a Vardenis è organizzata dall'associazione Aregouni, nata nell'ambito di un progetto di cooperazione decentrata con la cittadina francese di Romans. Basata sull'incontro, la condivisione e la valorizzazione dei patrimoni culturali, naturalistici e storici, Aregouni ci consentirà di scoprire il calore del popolo armeno ed allo stesso tempo di contribuire a migliorarne le condizioni di vita.
Ci avvicineremo a tradizioni, usi e costumi di questo affascinante paese non solo con le visite ai monasteri ed ai siti storici e grazie alla generosa ospitalità delle famiglie, ma anche con tanti piccoli "laboratori" che costituiranno un insolito e coinvolgente filo rosso del viaggio: impareremo qualche parola ed espressione armena con un mini-corso di lingua, scopriremo come muovere i primi passi nelle danze tradizionali e ci cimenteremo anche con un breve corso di cucina, per poter preparare una cena che condivideremo con tutti gli abitanti del villaggio.
E poi, sempre con questo spirito di apertura ed il desiderio di voler incontrare per davvero, assisteremo alla preparazione del lavache, il pane tradizionale armeno, faremo visita ad un centro di apicoltura e ad un piccolo caseificio, conosceremo bambini e maestre di una scuola materna e presso il laboratorio di uno scultore di khachkar scopriremo i segreti dell'intaglio nella pietra delle tradizionali croci armene.

Scarica programma e costi del viaggio  
Clicca sulla data per effettuare una prenotazione non impegnativa.
› Dal 22-07-2017 al 1-08-2017
Costo: 1240 + volo
Disponibilità: 12: 3 preiscritti
› Dal 5-08-2017 al 15-08-2017
Costo: 1240 + volo
Disponibilità: PARTENZA CONFERMATA! 4 iscritti e 2 preiscritti
› Dal 19-08-2017 al 29-08-2017
Costo: 1240 + volo
Disponibilità: 12

Visualizzazione ingrandita della mappa
richiedi informazioni
* Campi obbligatori
Leggi l'informativa privacy
Ho letto l'informativa e presto il consenso al trattamento dei dati nei termini in essa indicati
Iscrivimi alla newsletter
dal
al
Viaggi Solidali aderisce ed è socio di
Viaggi Solidali Società Cooperativa Sociale Onlus - P.zza della Repubblica, 14, 10152 TORINO - Tel.: 011-4379468 - P.IVA: 08998700010
presso Residenza Temoporanea Luoghi Comuni