Condividi
 
Africa › Senegal  
Senegal - Gran Tour - "Teranga”, ritmo e cultura: benvenuti in Senegal! - 16 giorni - IDV 48
 
Scarica programma e costi del viaggio  
› Scheda difficoltà: Mostra [+]› Scheda difficoltà: Nascondi [-]
› Diari di viaggio in Senegal (1): Mostra [+]› Diari di viaggio in Senegal (1): Nascondi[-]
Scheda difficoltà

E' MOLTO CONSIGLIATA LA PARTECIPAZIONE ALLA GIORNATA DI PREPARAZIONE

1) DOVE SI DORME
Difficoltà: ++ con qualche difficoltà (richiede un po' di spirito di adattamento; la comunicazione è più facile per chi parla francese).
I pernottamenti sono previsti in alcuni alberghi, ma i turisti saranno soprattutto ospitati da famiglie senegalesi che partecipano ai progetti e alla rete di Turismo Responsabile.
La permanenza in famiglia è un'occasione veramente unica per condividere la vita domestica senegalese.
A ciascun nucleo familiare viene "affidata" una coppia di ospiti, che sono alloggiati in una camera provvista di zanzariere e ventilatore (talvolta il letto è matrimoniale).
Le case sono state selezionate dai gruppi e dotate di elettricità e acqua corrente (talvolta i servizi sono esterni). I servizi igienici sono sovente esterni.

2) DOVE SI MANGIA
Difficoltà: + facile
I pranzi sono generalmente previsti nel corso delle visite e degli incontri con i gruppi e le associazioni locali, mentre le cene sono fatte nelle famiglie ospitanti e in ristoranti locali. La cucina senegalese è molto ricca e varia, con piatti basati su riso e pesce o carne accompagnati da verdure.

3) SPOSTAMENTI INTERNI
Difficoltà: + facile
Gli spostamenti interni sono effettuati con un minibus con autista locale, non sono particolarmente complessi né lunghi (il trasferimento più lungo è di 5 ore con soste). In più sono previste alcune escursioni in piroga a motore.

4) PROBLEMI LEGATI AL CLIMA (STAGIONALE) E ALL'AMBIENTE NATURALE
Difficoltà: + facile
Il clima del Senegal è caratterizzato da due stagioni: la stagione secca (novembre-maggio) con clima caldo-secco durante il giorno e fresco nelle serate e la stagione delle piogge (giugno-ottobre) con caldo-umido durante tutta la giornata. Per i tratti di viaggio lungo la costa il clima è mitigato dall'oceano.

5) GIUDIZI GENERALI
Difficoltà: + facile
Il viaggio non è particolarmente difficile, ma richiede solamente un po' di capacità di adattamento a situazioni occasionali (servizi esterni, doccia con pentolino). E' adatto a tutti (nel caso di famiglie con figli vi preghiamo di avvisare con notevole anticipo per l'organizzazione).

Senegal: il fascino del viaggio di turismo responsabile

Scopri la particolarià del tuo viaggio
› Turismo culturale

Turismo culturale

Scoprire uno splendido angolo d'Africa occidentale, ricco di patrimoni naturalistici e culturali ancora per la maggior parte inesplorati dai turisti italiani.
Questo significa fare turismo responsabile in Senegal, in una terra che ha il merito di essere stata tra le prime, già trent'anni fa, a dare vita ad associazioni e strutture per uno sviluppo economico sostenibile del paese.
A dare forma, senso, colore e calore ad ogni momento del nostro lungo viaggio ci penserà la ben nota teranga senegalese, l'ospitalità, semplice ed allegra di un popolo sempre aperto all'incontro, curioso e mai stanco di conoscere.
Partiremo dalla scoperta del fascino sottile di Saint Louis, con il suggestivo ponte firmato Eiffel, le case eleganti dai balconi in ferro battuto ed i palazzi ottocenteschi che le hanno valso il riconoscimento di Patrimonio Mondiale dell'Umanità dall'Unesco. Posta in bilico sulla terraferma e su un'isola alla foce del fiume Senegal, prima città costruita dai Francesi in Africa ed antica capitale del paese,  Saint Louis ci accoglierà con il pittoresco mercato centrale, in un dedalo intricatissimo di stradine in cui vale la pena perdersi.
Il Parco Nazionale della Langue de Barbarie, posto su una striscia di sabbia lunga 40 chilometri che corre davanti alla costa di Saint Louis, sarà invece il nostro primo contatto con la meravigliosa natura di questa terra. la Langue de Barbarie è una delle spettacolari oasi faunistiche che l'intero continente africano invidia al Senegal.
La natura senegalese avrà però in serbo per noi la sua sorpresa più bella al Parco Ornitologico Nazionale di Djoudj (visite previste da novembre a maggio): sarà un'emozione indescrivibile vedere fenicotteri rosa, pellicani, aironi, cormorani, ibis e spatole che si alzano in volo, mentre la nostra piroga si avvicina scivolando dolcemente sull'acqua. Posto quasi al confine con la Mauritania, con i suoi 16.000 ettari di fiumi e lagune Djoudj è il terzo parco ornitologico al mondo un vero e proprio paradiso per gli amanti del bird watching.
Ci sarà il tempo per fare lunghe passeggiate rilassanti scoprendo i pittoreschi villaggi di pescatori, come Lompoul sur Mer, che si  trova  vicino a un piccolo deserto con splendide dune in stile sahara, da non perdere!
Prima di ripartire da Dakar, saluteremo il Senegal dall' isola di Gorée: nota quale avamposto del mercato degli schiavi verso le Americhe e per questo nominata dall'Unesco Patrimonio dell'Umanità come Luogo della Memoria, Gorée è oggi un luogo che, senza tradire questa memoria, si propone nella rivitalizzata bellezza del suo patrimonio, storico ed architettonico; nella calda allegria delle donne e dei bambini che ne animano le strade e nelle gallerie d'arte che espongono i coloratissimi dipinti dei tanti giovani pittori locali.

Tappe

1° giorno: ITALIA - DAKAR
2° giorno: SAINT LOUIS
3° giorno: LANGUE DE BARBARIE
4° giorno: SAINT LOUIS
5° giorno: ROSS BETHIO
6° giorno: PARCO NAZIONALE DJOUDJ
7° - 8° giorno: LOUGA
9° giorno: SAGATTA GUETT - LOUGA
10° giorno: LOUGA - SINE SALOUM - SIPPO
11° -12° giorno: SIPPO - Area Marina Protetta BAMBOUNG
13° giorno: SINE SALOUM  - POPENGUINE
14° giorno: DAKAR - ISOLA DI GOREE
15° giorno: DAKAR - ITALIA
16° giorno: ARRIVO IN ITALIA

 

I viaggiatori, gli accompagnatori, i nostri partner e le ong dei progetti visitati ci raccontano, con diari di viaggio, fotografie ed articoli la loro esperienza in Senegal.

Fai un piccolo assaggio del viaggio!

 

Cosa rende speciale il viaggio

A Louga, nel nord del paese, città d'origine di tanti migranti che oggi vivono in Italia, saremo ospiti delle famiglie che ci accoglieranno.
Sotto gli incoraggiamenti ed il sorriso grande delle donne dell'associazione ADKSL ci metteremo alla prova con un corso per apprendere tutti i segreti della gustosa cucina senegalese, impareremo le tecniche di tintura per realizzare dei coloratissimi batik e ci faremo trascinare dai ritmi del Senegal con uno stage di danza e percussioni organizzato dal FESFOP (il Festival Internazionale del Folklore e delle Percussioni di Louga).
Centro ricco di fermenti artistici e culturali, Louga ospita anche la sede dell'ONG torinese CISV, che ci accompagnerà nella visita di alcuni progetti locali. Come il progetto di formazione tecnica per la produzione del riso e del latte nella valle del fiume Senegal, in cui CISV collabora a fianco dell'associazione locale di contadini Asescaw, federazione  che riunisce oltre 16mila membri.
A Lompoul su Mer, Casa Meissa un campement gestito dall'associazione di migranti ACTU (Associazione culturale Trait d'Union) di Torino offre possibilità di ristorazione e  soggiorno.
Il mediatore che ci accompagnerà per tutto il viaggio sarà il vero "ponte tra le culture" e si rivelerà prezioso nei numerosi momenti di incontro con le comunità locali. Come con  i piccoli pescatori di Potou, che ci spiegheranno quanto velocemente la pesca industriale sta danneggiando la rinomata pescosità delle acque senegalesi; o  a Segatta Guett, quando i responsabili dell'UTL ci illustreranno le forme di risparmio e credito utilizzate nei villaggi.
Al Parco Djoudi, le comunità delle etnie di origine maure, peul e wolof. organizzatesi in GIE (Groupement d'Interet Economique) simili alle nostre cooperative, si occuperanno della nostra cena e del pernottamento nel Campement Le Njagabaar: un'esperienza forte e gratificante, che crea amicizia e comprensione tra le culture, permettendo alla popolazione locale di beneficiare direttamente dei frutti del turismo.
I profitti delle attività turistiche, infatti,  vengono reinvestiti per lo sviluppo della comunità e per la conservazione del parco.

Scarica programma e costi del viaggio  
Clicca sulla data per effettuare una prenotazione non impegnativa.
› Dal 30-07-2017 al 14-08-2017
Costo: 1180+volo aereo
Disponibilità: 12
› Dal 17-08-2017 al 1-09-2017
Costo: 1180+volo aereo
Disponibilità: 12 - 2 preiscritti
› Dal 23-12-2017 al 7-01-2018
Costo: 1180+volo aereo
Disponibilità: 12

Visualizzazione ingrandita della mappa
 
richiedi informazioni
* Campi obbligatori
Leggi l'informativa privacy
Ho letto l'informativa e presto il consenso al trattamento dei dati nei termini in essa indicati
Iscrivimi alla newsletter
dal
al
Viaggi Solidali aderisce ed è socio di
Viaggi Solidali Società Cooperativa Sociale Onlus - P.zza della Repubblica, 14, 10152 TORINO - Tel.: 011-4379468 - P.IVA: 08998700010
presso Residenza Temoporanea Luoghi Comuni